WWF, “Un Mare di Oasi per te”: Festa delle Oasi WWF – 20 Maggio, 2012

E’ dedicata alle coste e al mare l’edizione 2012 dellaFesta delle Oasi WWF, la grande festa della natura italiana che il 20 maggio aprirà gratuitamente al pubblico oltre 100 aree naturali protette dal Panda lungo tutto lo stivale. E dopo il successo dell’edizione 2011 che ha permesso di salvare due nuovi boschi, il WWF lancia la nuova campagna “Un mare di Oasi per te” per proteggere tre preziose aree costiere, in Sardegna, Puglia e Veneto, e trasformare questi fragili ecosistemi al confine tra terra e mare in nuovi baluardi di natura protetta che tutti potranno conoscere e frequentare. Dal 29 aprile al 20 maggio, tutti potranno aiutare il WWF a realizzare questo nuovo sogno di natura, inviando un sms al 45503 o recandosi presso le  filiali e gli sportelli automatici (ATM) Unicredit in tutta Italia

Nel LAZIO sono pronte ad accogliere tutti i visitatori le aree strappate al degrado e tutelate in tanti anni di lavoro di staff specializzato e di volontariato appassionato. L’ultima in ordine di tempo L’Oasi di Foce dell’Arrone nata grazie alla raccolta di donazioni dello scorso anno

ROMA e FIUMICINO
Oasi di Macchiagrande, Oasi Vasche di Maccarese e Oasi Foce Bosco dell’Arrone a Fregene

VITERBO
Oasi e Monumento Naturale di Pian Sant’Angelo (Corchiano e Gallese) e Monumento Naturale Forre di Corchiano (Corchiano)

RIETI
Oasi di Lago Secco (Accumoli)

FROSINONE
Orto Botanico di Collepardo (Collepardo)

LATINA
Parco della Rimembranza (Terracina)

Per “toccare con mano” la meraviglia di natura tutelata dal WWF in oltre 40 anni di azione sul campo, siamo tutti invitati alla grande Festa delle Oasi WWF, che saranno aperte gratuitamente al pubblico, insieme a 10 Riserve del Corpo Forestale dello Stato che quest’anno partecipa alla festa, con iniziative speciali per tutte le età. Le 120 Oasi WWF, diffuse in tutta Italia, rappresentano uno dei più importanti sistemi di aree protette d’Europa e tutelano i più preziosi habitat del nostro Paese.

E la festa è un’occasione unica per scoprire, insieme agli esperti del WWF, oltre 30.000 ettari di natura incontaminata, spiagge, boschi, fiumi, montagne e lagune, insieme a fenicotteri, istrici, lontre, numerosissime specie di farfalle e molti altri insetti, rapaci e alle migliaia di specie animali e vegetali, di cui molte a rischio estinzione, che in essi hanno trovato rifugio sicuro. La festa delle Oasi è una giornata di osservazione, divertimento e relax: si esplorano boschi e zone umide, si avvistano cervi e caprioli, fenicotteri e anatre selvatiche, si va sulle tracce di lontre e lupi, si costruiscono nidi, si fotografano fiori, si liberano rapaci e tartarughe marine curati nei centri di recupero del WWF, si seguono percorsi sensoriali e poi si potrà godere di spettacoli, musiche tradizionali, pic-nic all’aria aperta, mercatini biologici. Sarà la migliore occasione per dare il proprio aiuto concreto affinché questa importante azione di tutela continui ogni giorno con la stessa forza per molti anni a venire. Tutti i programmi regione per regione saranno pubblicati su www.wwf.it/festaoasi

In occasione della  festa sarà inoltre possibile iscriversi al WWF con una promozione speciale, ricevendo in omaggio una ecologica borsa in juta (limited edition). E si potrà contribuire alla raccolta fondi anche sul nuovissimo sito PandaGift che si arricchirà di doni speciali legati a Festa Oasi, come la shopper multifunzione, un cappellino per bambini e la maglia ufficiale di Giornata Oasi 2012 (wwf.it/pandagift).

Le coste italiane, fragili confini tra la terra e il mare, sono a rischio. Circa la metà degli italiani vive lungo le coste e sui quasi 8000 chilometri di litorali più della metà è antropizzata e interessata in vario modo da agglomerati urbani, strade, porti, infrastrutture, industrie e stabilimenti balneari, tanto che meno del 30% delle nostre coste sono ancora allo stato naturale. E la salute delle coste risente inevitabilmente della salute del mare. A oggimeno dell’1% del Mediterraneo (che pur avendo una superficie pari solo all’1% di tutti gli oceani, ospita 17.000 specie animali e vegetali tra cui posidonie, squali, balene, delfini e tartarughe marine) è tutelato da aree protette e la sua salute è messa a rischio ogni giorno da inquinamento e pesca eccessiva, dal turismo di massa che conta 220 milioni di visitatori all’anno, dal traffico marittimo che arriva a 200.000 grandi navi in transito ogni anno, anche nelle aree protette.

Anche quest’anno testimonial della campagna è Luca Argentero che ha voluto confermare il suo impegno accanto al WWF girando un suggestivo spot ambientato in riva al mare. E tra gli altri aiuteranno a diffondere l’iniziativa anche FiorelloNeri Marcorè, Massimiliano Rosolino e Francesco Facchinetti che hanno prestato la loro immagine al progetto.

Fonte: Il Sostenibile

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Matteo Gentilini

Responsabile Marketing e Comunicazione della Saros srl dal gennaio 2012. Appassionato di vela, viaggi, fotografia. marketing@IoRisparmioEnergia.com

Lascia un commento