Nuovo ecobonus 2020/21 con detrazione al 110% | 18/05/2020

Saros srl | Comunicato stampa nuovo ecobonus 2020/21 con detrazione al 110%

Il superbonus edilizia, messo in campo dal Governo nel Decreto Rilancio approvato dal Consiglio dei Ministri, prevede dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per i lavori di riqualificazione energetica e di miglioramento sismico degli edifici eseguiti dai condomini e sulle singole unità immobiliari adibite a prima casa una detrazione fiscale al 110% da ripartire in 5 quote annuali di pari importo.
La condizione essenziale è che si realizzi uno dei maxi-interventi previsti e che si migliori la prestazione dell’edificio di almeno due classi energetiche, oppure, se non possibile, che conseguano la classe energetica più alta, da dimostrare mediante l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) che un professionista dovrà asseverare prima e dopo gli interventi.

Maxi Interventi

  1. cappotto termico: interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio per oltre il 25% della superficie disperdente lorda. Tetto di spesa di € 60.000 per unità immobiliare
  2. caldaie a condensazione e a pompa di calore in condominio: interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A.
    Tetto di spesa di € 30.000 per unità immobiliare
  3. caldaie a pompa di calore in case singole: interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici.
    Tetto di spesa di € 30.000

Altri interventi

L’aliquota del 110% si applica anche a tutti gli altri interventi di efficientamento energetico già agevolati dall’ecobonus, nei limiti di spesa già vigenti per ciascun intervento e a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno dei maxi-interventi.

Fotovoltaico e Accumulo

Potrà usufruire del superbonus 110% anche l’installazione di impianti fotovoltaici su edifici, fino ad un massimo di spesa totale di 48.000 euro e comunque fino a 2.400 euro per kWp di potenza nominale ma solo se eseguita congiuntamente ad uno dei maxi-interventi di riqualificazione.
Potranno accedere anche i sistemi di accumulo integrati negli impianti fotovoltaici, alle stesse condizioni degli impianti solari fotovoltaici e comunque fino a 1.000 euro di spesa per kWh di capacità di accumulo.

Sconto in fattura e cessione del credito

L’agevolazione sarà fruibile come detrazione fiscale oppure come sconto in fattura con cessione del credito all’impresa che ha realizzato i lavori oppure a banche o ad altri intermediari finanziari.
Ad oggi siamo in attesa dei chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Fino a quel momento e se non cambieranno la modalità di fruizione di questo “sconto in fattura” la Saros srl non accetta interventi per i quali il cliente richieda la cessione del credito.

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Renzo Zanetti

Fondatore e legale rappresentante di IoRisparmioEnergia.com, il primo e-commerce in Italia interamente dedicato al risparmio energetico.