“Making of Making”, la nuova app di Nike per calcolare l’eco-sostenibilità degli abiti

making-nike-app-1Se rientrate nella fascia di persone che stanno sempre ben attenti a tenere sotto controllo l’impatto ecologico delle proprie scelte quotidiane, allora sappiate che da oggi è possibile conoscere anche il livello di sostenibilità ambientale dei tessuti utilizzati per la creazione di abiti ed accessori di abbigliamento. Questo grazie all’utilizzo di “Making of Making”, un’ app per iPhone ed iPad disponibile sull’App Store di Apple, e fatta sviluppare dalla multinazionale Nike,marchio leader nel mondo insieme ad Adidas, nella produzione di abbigliamento sportivo.

Ovviamente oggi il problema dell’eco-sostenibilità si è fatto pressante, e proprio per questo le possibilità di migliorarsi ed essere al passo con i tempi sono innumerevoli: si va dall’acquisto degli pneumatici ricostruiti a quello di veicoli elettrici a zero emissioni. Non solo: chi acquista uno di questi veicoli, come ad esempio uno scooter per viaggiare liberamente e più facilmente in una grande città, potrà usufruire di svariati sconti ed agevolazioni riguardo all’assicurazione del proprio scooter o del proprio veicolo in generale, che potrà essere scontata addirittura del 50% circa rispetto ad un polizza assicurativa di un mezzo alimentato a benzina.

L’idea di Nike , che ha dato il la allo sviluppo dell’applicazione è stata la seguente: se credi nell’eco-sostenibilità come unico possibile stile di vita responsabile, se hai già sperimentato l’utilità anche “economica” del vivere “green”, allora, forse potrebbe interessarti sapere anche quali sono gli impatti della produzione dei tessuti con cui sono costituiti i tuoi abiti.

Nike-Clothes-Application-4L’app “Making of Making” nasce proprio per questo; al suo interno è presente un database relativo a 22 possibili materiali tra quelli che normalmente vengono usati per la creazione di capi di abbigliamento. Per conoscere gli impatti legati ad una maglietta o ad una felpa, basterà leggere sulle etichette interne i materiali con cui sono state realizzate, e successivamente si potrà scoprire tramite l’app quali componenti chimici e quanta acqua sono stati usati per la sua fabbricazione, quanta energia è occorsa e quali sono i tempi smaltimento del materiale.

Sulla base di questi parametri viene infine assegnato ad ogni capo di abbigliamento un punteggio che serve a dare un’indicazione di quanto sia “amico dell’ambiente”, o no. La Nike si è infine impegnata a fare in modo che il proprio know how aziendale possa essere sfruttato in futuro per tenere aggiornato il database attuale man mano che nuovi materiali entreranno a regime nell’industria dell’abbigliamento.

 

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Francesco Valente

Lascia un commento