IGENIA – la spugnetta cattura calcare

IGENIA è un nuovo anticalcare ecologico per la lavatrice, con grande impatto innovativo, realizzato per migliorare la qualità del bucato, la funzionalità della lavatrice e ottimizzare i consumi di detersivo.
L’oggetto di cui stiamo parlando è una spugnetta dotata di un fortissimo potere decalcificante, capace di catturare immediatamente il calcare presente nell’acqua durante tutte le fasi del lavaggio, senza rilasciare nessuna sostanza chimica nell’ambiente. La sua funzionalità avviene attraverso lo scambio ionico.

IGENIA va inserita nel cestello della lavatrice insieme al bucato, e, grazie ai suoi principi attivi, addolcisce l’acqua, facendola rientrare nella categoria di acqua dolce < 6/8 °F. Dopo il lavaggio verrà messa in un
recipiente contenente salamoia (soluzione di acqua satura di sale), dove, in pochissimi minuti è rigenerata e di nuovo pronta per un altro lavaggio. Riesce a fare fino a 180 lavaggi.

Alcuni vantaggi derivati dall’uso di IGENIA sono:
1. Riduzione al minimo del consumo di detersivi (dosi indicate per acqua dolce).
2. Riduce/Evita l’uso dell’ammorbidente lasciando morbidi i capi.
3. Nessuna addizione di polifosfati durante il lavaggio.
4. Non rilascia nessuna sostanza nell’ambiente, quindi un prodotto ecologico.
5. Evita il formarsi di incrostazioni calcaree ed elimina col tempo quelle già presenti.
6. Usata regolarmente, mantiene i consumi dell’elettrodomestico corrispondenti alla classe di appartenenza.
7. Esalta la qualità del bucato.

ACQUISTA ORA IGENIA A € 19,90

IGENIA trasforma l’acqua “dura” (calcarea), in acqua dolce attraverso uno scambio ionico. Questo fenomeno permette di:

  • Lavare con la quantità minima di sapone;
  • Eliminare completamente l’utilizzo dell’ammorbidente;
  • Elimina il calcare accumulatosi nel tempo nella lavatrice;
  • Ottenere bucato più pulito e morbido;
  • Risparmiare sull’acquisto di saponi e sulla bolletta elettrica.

Le molte persone che hanno provato Igenia sono soddisfatte del prodotto.
I numerosi test eseguiti sul prodotto hanno avuto solo esiti positivi. I test sono stati eseguiti dall’ ARPA Marche e dall’Università di Camerino.
Grazie ai ricercatori ed ai collaboratori (scelti a campione) che l’hanno testata, possiamo affermare che IGENIA è un prodotto in grado di soddisfare anche il cliente più esigente nel pieno rispetto della natura.

ACQUISTA ORA IGENIA A € 19,90

Che cos’è la “Durezza” dell’acqua?
Per durezza dell’acqua si intende un valore che esprime il contenuto di ioni di calcio e magnesio (provenienti dalla presenza di sali solubili nell’acqua) oltre che di eventuali metalli pesanti presenti nell’acqua. Generalmente con questo termine si intende riferirsi alla durezza totale.
sali della durezza sono solitamente presenti nell’acqua come solfati, cloruri, nitrati, carbonati o idrogenocarbonati, che generalmente sono solubili ma per riscaldamento o per evaporazione precipitano formando incrostazioni di calcare o di altro genere.
Un’acqua dura influisce negativamente sui processi di lavaggio: infatti le molecole che costituiscono il detergente si combinano con gli ioni calcio, formando composti insolubili che, oltre a far aumentare il quantitativo di detergente necessario, si depositano nelle fibre dei tessuti facendole infeltrire.
Inoltre, la presenza di sostanze incrostanti, è dannosa per gli impianti industriali,sia per la loro azione corrosiva, sia per le incrostazioni che formano. Per questo sono spesso utilizzate tecniche di addolcimento.
La durezza viene generalmente espressa in gradi francesi dove un grado rappresenta 10 mg di carbonato di calcio (CaCO3) per litro di acqua (1 °f = 10 mg/l = 10 ppm – parti per milione).
In genere, le acque vengono classificate in base alla loro durezza come segue:
– fino a 7 °f: molto dolci
– da 7 °f a 14 °f: dolci
 da 14 °f a 22 °f: mediamente dure
 da 22 °f a 32 °f: discretamente dure
 da 32 °f a 54 °f: dure
 oltre 54 °f: molto dure

La durezza di un’acqua può venire abbassata facendola passare attraverso l’addolcitore (manuale o automatico) su una resina a scambio ionico, che consiste di un polimero recante ioni sodio (Na+) che vengono scambiati al passaggio con gli ioni calcio e magnesio dell’acqua. Gli ioni calcio e magnesio risultano quindi trattenuti dalla resina, che viene poi successivamente rigenerata per trattamento con acqua salata (NaCl) concentrata (salamoia).
Già in tempi antichi era stato notato che alcune acque avevano la proprietà di sciogliere male il sapone.
Nel 1700 venne scoperto che tali proprietà erano causate dai sali di calcio e magnesio contenuti nell’acqua: le acque ricche di tali sali vennero chiamate acque crude o acque dure. Il termine venne da allora utilizzato per classificare le acque in base al loro contenuto di sali di calcio e magnesio. In pratica la durezza di un’acqua è definita come la somma del contenuto di Ca e Mg, espressi come carbonato di calcio.

Importanza della durezza dell’acqua nei risultati del lavaggio
La presenza degli ioni della durezza (calcio e magnesio) nell’acqua utilizzata, influenza in maniera determinante i risultati del lavaggio. Infatti l’azione detergente di qualsiasi tensioattivo, ingrediente di base dei detersivi, viene fortemente diminuita dalla presenza degli ioni calcio e magnesio, in quanto la sua solubilità e quindi la sua efficacia vengono decisamente diminuite.
Un buon lavaggio di qualsiasi tipo, di tessuto o superficie può essere ottenuto solo se la quantità degli ioni calcio e magnesio in soluzione è ridotta a livelli molto bassi.
Più alta è la durezza dell’acqua, maggiore è la quantità di detersivo che deve essere dosata per ottenere risultati di lavaggio accettabili dal punto di vista della pulizia e dell’igiene; quindi un’acqua a bassa durezza (cosiddetta dolce) richiede un dosaggio più basso del detersivo.

ACQUISTA ORA IGENIA A € 19,90

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Matteo Gentilini

Responsabile Marketing e Comunicazione della Saros srl dal gennaio 2012. Appassionato di vela, viaggi, fotografia. marketing@IoRisparmioEnergia.com

Lascia un commento