Grazie al fotovoltaico, le rinnovabili europee battono il nucleare.

Lo scorso anno le rinnovabili hanno raggiunto una serie di record particolarmente incoraggianti, tra questi, il superamento della quota di energia prodotta tramite fonti nucleari, in Europa.

In questo, il fotovoltaico è stato determinante, come piattaforma in grado di fornire energia a basso costo.

Nel 2014, infatti, sono stati aggiunti circa 40 GW a livello mondiale, portando la quota cumulativa a 178 GW, un livello superiore di oltre 100 volte rispetto a quanto installato nel 2000.

Secondo il Global Market Outlook For Solar Power 2015 – 2019 di SolarPower Europe,Cina, Giappone e Stati Uniti hanno guidato il mercato, mentre in Europa le installazioni si sono fermate a 7 GW. Le motivazione di un simile rallentamento nel vecchio continente sono da attribuirsi a questioni di natura finanziaria e all’assenza di veri incentivi. In generale la Gran Bretagna è tra i Paesi più virtuosi è ha contribuito per una quota di ben 2,3 GW, superiore rispetto a Germania (1,9 GW) e la Francia (927 MW).

Seguendo queste tendenze la quota fotovoltaica installata a livello mondiale potrà raggiungere facilmente i 540 GW entro il 2020.

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Matteo Gentilini

Responsabile Marketing e Comunicazione della Saros srl dal gennaio 2012. Appassionato di vela, viaggi, fotografia. marketing@IoRisparmioEnergia.com