A settembre arriva il contatore di seconda generazione: Enel Open Meter

Enel Open Meter

Il nuovo contatore Enel Open Meter debutterà in autunno ed è stato disegnato dal designer Michele De Lucchi

Le evoluzioni degli ultimi anni del settore elettrico riguardano anche gli strumenti per la misurazione e la gestione remota dell’energia. Infatti in autunno debutterà Enel Open Meter, il nuovo contatore elettronico del fornitore italiano che andrà progressivamente a sostituire i contatori elettronici di prima generazione. Per molti, infatti, l’arco di tempo utile si esaurisce rispetto al debutto nel 2001 (15 anni), quando invece furono pensionati i contatori elettromeccanici, ed è tempo di fare spazio al nuovo, per come richiesto anche dalla normativa in materia.

Un cambiamento destinato a impattare sugli utenti finali, ma anche sulla qualità complessiva del servizio elettrico. Quindi, sulla gestione di rete, sull’analisi e previsione di distribuzione, sulla possibilità di agire sulle interruzioni, grazie a una maggiore mole di dati a disposizione.

Il nuovo meter di Enel consentirà di conoscere la disponibilità giornaliera delle curve di energia, fino al dettaglio sul segmento del quarto d’ora, con un vantaggio tangibile nell’ottica della programmazione e del risparmio.

Accedere allo storico dei consumi e della produzione, indagare i parametri su potenza media e massima, sarà possibile anche in virtù di un protocollo aperto che consentirà la connessione dei dispositivi mobili e dei sistemi di domotica.

Un avanzamento tecnologico che però si traduce in semplicità di lettura negli elementi del display e dell’interruttore, che si inseriscono in un design pulito e lineare.

Cambiamento nella continuità, infatti, dal punto di vista della progettazione: Enel Open Meter è stato ideato dal noto designer e architetto Michele De Lucchi, già mente del primo contatore elettronico dell’Enel. Non un mero oggetto, il contatore, ma anche un simbolo del modo di intendere l’energia e le sue evoluzioni. Lo smart meter 2.0 è stato presentato alla Triennale di Milano, dove a giugno è andata in scena anche la mostra di Enel “Vedere l’invisibile. Le forme dell’energia” un vero e proprio viaggio nella storia del gruppo, che consente di approfondirne le evoluzioni e la vocazione al cambiamento sotto diversi aspetti.

Fonte: Wired

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Matteo Gentilini

Responsabile Marketing e Comunicazione della Saros srl dal gennaio 2012. Appassionato di vela, viaggi, fotografia. marketing@IoRisparmioEnergia.com