Cosa c’è veramente nella bolletta della luce? Te lo dice Greenpeace

Bollette della luce ‘ingrassate’ per un totale di circa 75 euro all’anno per ogni famiglia?

A dirlo è il sito www.facciamolucesuenel.org che ha commissionato uno studio all’istituto di ricerca indipendente ‘Somo’ per capire cosa si nasconde dietro la bolletta, e in generale, per far luce sulle attività che il colosso energetico gestisce nel nostro paese.

A sostegno della causa è entrata in gioco anche Greenpeace che proprio in questi giorni sta consegnando nelle caselle di posta degli italiani ‘100.000 bollette sporche’ di carbone.

L’iniziativa promossa dall’associazione ambientalista vuole far conoscere ai cittadini quanto stia costando in termini economici, ambientali e umani, la produzione elettrica basata sul carbone. I dati emersi dal’indagine si riferiscono alle emissioni registrate nel 2009 e mettono in evidenza una serie di costi indiretti pari a circa 1,8 miliardi di euro.

Noi tutti possiamo contribuire a sensibilizzare, scaricando la bolletta sporca e impegnandoci a distribuirla nel nostro quartiere.

I dati dell’analisi vanno oltre gli aspetti economici: 336 le mortI stimate che salgono a 400 con l’attività dellaCentrale di Civitavecchia a pieno regime. Ma non è tutto. La costruzione di due nuovi impianti a Porto Tolle e Rossano Calabro costerebbe 95 ulteriori morti premature all’anno e un danno intorno ai 700 milioni di euro. Cifre da capogiro, proiezioni shock e danni potenziali molto seri al patrimono ambientale (e quindi alla salute dell’uomo)

Per fermare tutto questo Greenpeace ha chiesto a Enel di dimezzare la produzione energetica a carbone fino al 2020 per azzerarla nel 2030, investendo in fonti energetiche pulite per scongiurare il disastro.

Noi ci crediamo e non vediamo motivo perché Enel non debba dare ascolto a GreenPeace anche perché grazie ad Enel Greenpower ha tutte le carte in regola per poterlo fare, anzi è la svolta di eccellenza che il mercato finanziario si aspetta e che potrebbe portare il titolo a risollevarsi nel medio lungo termine.

Fonte: TuttoGreen

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Matteo Gentilini

Responsabile Marketing e Comunicazione della Saros srl dal gennaio 2012. Appassionato di vela, viaggi, fotografia. marketing@IoRisparmioEnergia.com

Lascia un commento