Caricabatterie per cellulare da bicicletta (con ventola e batteria integrata)

La rete è piena di creatività e genialità. Migliaia i siti che insegnano il “fai da te” in ogni campo, dal giardinaggio al cucito passando per la tecnologia. E’ il caso di Instructables, piattaforma su cui è apparsa un’invenzione che potrebbe risolvere una delle seccature dell’era digitale: la scarsa durata delle batterie dello smartphone. Vero, ormai esistono in commercio prodotti  che non ci costringono alla spasmodica ricerca di una presa, però l’idea del 16 enne romeno Thomas appare comunque molto utile. Soprattutto durante la bella stagione.  Ecco come sfruttando l’energia del vento, e con qualche nozione di elettronica, si arriva ad un caricabatterie per cellulare davvero green ed economico.

Thomas dice: “Vado spesso in bicicletta in mezzo alla natura, e durante i miei lunghi tour, generalmente mi si scarica lo smartphone. La batteria del telefono ha una buona capacità ma il consumo delle applicazioni è molto alto e spesso torno a casa con il telefono completamente scarico. Qualche settimana fa ho realizzato una turbina per la bicicletta per un Contest su Internet, ma ho poi pensato di realizzarne una migliore. Così ho creato la turbina con batteria integrata per la carica del cellulare.
Mi piace combinare la passione per la bicicletta con l’elettronica. Sono i miei hobbies.
Questo progetto richiede un po’ di esperienza nella saldatura e molta pazienza.
Il prezzo di acquisto di un dispositivo analogo su eBay è molto alto, 112 dollari!!! clicca qui se vuoi vederlo.
OK, il mio non ha la lampada e non è così smart, ma il prezzo è sicuramente più basso! 

Il dispositivo è realizzato con parti di recupero e con componenti di circuiti elettronici davvero molto economici.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ATTREZZI
• Saldatore
• Pistola per colla a caldo
• Spela fili e forbice
• Nastro isolante
MATERIALE
• Una vecchia ventola per processore computer
• Induttore toroidale
• Transistor modello 2N2222 o 2N3904 o BC547
• Modulo step-up 5v, (acquistabile su eBay)
• Diodi al germanio (5 pezzi)
• una piccola barra pre-forata per circuiti elettrici
• Una vecchia batteria di un cellulare
• un piccolo interruttore
• sistema di fissaggio per bicicletta
La ventola genera corrente alternata  che deve essere convertita in corrente continua per poter caricare le batterie con un circuito “Ladro di Joule“. Il Ladro di Joule riesce a generare corrente per ricaricare la batteria al Litio del telefono. Non è stato usato un circuito di ricarica batterie perché la corrente prodotta potrebbe danneggiare la batteria.

PASSAGGIO 1: da Corrente Alternata AC a Corrente Continua CC

Questo slideshow richiede JavaScript.

Innanzitutto togliere la ventola di plastica per aver accesso alla bobina. Abbiamo bisogno di trovare i due pin che danno la massima tensione alternata.
All’interno della ventola ci sono tre pin. Dovete saldare a ciascuno pin un filo. Controllare con un tester (in modalità AC) i due pin che danno la tensione maggiore.
Rimuovere il filo sul terzo pin.Rimontare la ventola e creare un ponte di diodi seguendo lo schema all’immagine 5. Collegare questo ponte di diodi alla ventola. Ora il dispositvo potrebbe generare 4 volt a 60mA. Sarebbe anche sufficiente per la ricarica della batteria agli ioni di litio, ma usando un “ladro di Joule” possiamo ottenere una tensione molto più stabile per evitare che la batteria si danneggi.


PASSAGGIO 2: “Ladro di Joule”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Questo passo è abbastanza semplice. Basta realizzare il circuito “Ladro di Joule”. Se hai realizzato correttamente il circuito, all’uscita del ventola avrai corrente continua CC.

ATTENZIONE: Nello schema del “Ladro di Joule” la batteria è sostituita dalla ventola ed il Led è sostituito dalla batteria.


PASSAGGIO 3: Il pacco batteria

Questo slideshow richiede JavaScript.

Collegare dei fili alla batteria e collegarla al modulo step-up 5v. Tra questi posizionare un interruttore.
Collegare la batteria al circuito “Ladro di Joule”.
Ora il circuito è completo! Il dispositivo può essere utilizzato, ma avremo bisogno di renderlo più bello.


PASSAGGIO 4: La colla

Questo slideshow richiede JavaScript.

Con la pistola della colla a caldo, fissa tutti i componenti al bordo della ventola


PASSAGGIO 5: Resistente all’acqua

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Usando un po’ di nastro isolante da elettricista, rendere il sistema a prova di acqua. Non sarà la migliore soluzione…ma funziona.

 


PASSAGGIO 6: Test funzionamento

Questo slideshow richiede JavaScript.

La qualità delle foto non è delle migliori, ma nella terza immagine si può vedere che il sistema funziona. Se funziona anche per voi andare a montarlo sulla bicicletta.

PASSAGGIO 7: Montaggio sulla bici

Questo slideshow richiede JavaScript.

Prendi un supporto per bici e fissaci la ventola con la colla a caldo. Ora il caricabatterie è pronto!

Buona pedalata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se tutto funziona correttamente, divertitevi con il vostro caricabatterie per bicicletta.

Saros Energia | IoRisparmioEnergia

Condividi

Matteo Gentilini

Responsabile Marketing e Comunicazione della Saros srl dal gennaio 2012. Appassionato di vela, viaggi, fotografia. marketing@IoRisparmioEnergia.com